COSA FACCIAMO

Il Comitato Mobastacemento, è nato per iniziativa di singoli cittadini, senza alcuna bandiera politica specifica; l’unico fil rouge che ci accomuna, è la volontà di dimostrare all’Amministrazione comunale di Modena che c’è una parte di cittadinanza attenta alle problematiche ambientali e sociali che non è più disposta a subire passivamente scelte che danneggiano il bene comune (salute e ambiente in questo caso).

La volontà di portare avanti il progetto di cementificazione dell’area agricola in zona Vaciglio, viene contestata in sé ma anche e soprattutto per la situazione generale della nostra provincia:

continuiamo infatti ad assistere ad una politica di consumo di suolo, sia essa giustificata con la necessità di nuove abitazioni o di nuovi esercizi commerciali  o con il miglioramento della mobilità.

Tutto questo a fronte di migliaia di edifici inutilizzati, case sfitte (17.000 a Modena) e strutture da riqualificare o abbattere, e di dati  spaventosi sulla qualità dell’aria, e quindi sulla salute, in particolare dei bambini.

Quello che il Comitato Mobastacemento chiede all’Amministrazione è di dare un segnale a tutti quei modenesi che, non solo desiderano fermare il progetto delle palazzine su via Vaciglio, ma che ritengono vada ripensato completamente il futuro della città con:

  • politiche di sostegno del reddito per famiglie bisognose
  • politiche di mediazione con proprietari di immobili sfitti
  • riutilizzo delle strutture abbandonate
  • abbattimento degli eventuali immobili non completi
  • riduzione del traffico veicolare attraverso un potenziamento serio del servizio di trasporti pubblico
  • aumento delle aree verdi
  • eliminazione del conflitto di interessi nella gestione dei rifiuti.